Dal Consiglio

O.D.G. CONSIGLIO COMUNALE del 22 DICEMBRE

1) Dimissioni del Consiglere ed Assessore Valentina Raimondi

2)  Provvedimento sul REGOLAMENTO EDILIZIO COMUNALE – Modifica al Cap. II –“Della Commissione per la Qualità Architettonica ed il Paesaggio.” - Approvazione

3) Delibera di Concessione PIANO DI SVILUPPO AZIENDALE -  Azienda Agricola GARUTI MARCO - Approvazione

4) DELIBERA DI AMPLIAMENTO DELLA STAZIONE ECOLOGICA ATTREZZATA DEL COMUNE DI BOMPORTO SITA IN VIA CARLO TESTA N. 3.- APPROVAZIONE DEL PROGETTO IN VARIANTE AL VIGENTE P.R.G.

5) Delibera di REVOCA DELLA CONVENZIONE PER IL TRASFERIMENTO ALL’UNIONE COMUNI DEL SORBARA DELLA GESTIONE DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE E DELLA PROGRAMMAZIONE ED ATTUAZIONE DEL PROGETTO DISTRETTUALE DI ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA.

6) Approvazione dei regolamenti per la gestione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica ex art. 25, comma 6°, art. 28 e art. 30 comma 5° della L.R. 24/01 modificata ed integrata dalla L.R. 10/03.

7) Richiesta di emanazione di una ordinanza sulla pubblica sicurezza - Presentata dal gruppo PDL - LEGA NORD

8) ODG del Gruppo Consiliare PDL - LEGA NORD: Controlli periodici sulla residenza degli immigrati stranieri

9) ODG del Gruppo Consiliare LC Bomporto 5 Stelle - proposta di aiuti sociali contro la crisi occupazionale (consultabile per intero presso la sezione del sito dedicate alle proposte)

 --

 Consiglio Comunale ricco di punti e di argomenti svariati. Innanzitutto la "Surroga del Consigliere Raimondi Valentina dimissionario."
Valentina ha deciso per motivi familiari di trasferirsi al di fuori della provincia di Modena, e di abbandonare quindi, per ovvi motivi di lontananza geografica e di tempo, il suo incarico all´interno del Comune. La salutiamo, come persone e come Lista Civica, e le auguriamo buona fortuna. Il suo posto viene preso da Sacchetti Enzo, impiegato di Banca, di Solara.

Secondo e terzo punto riguardano l´istituzione Commissione per la Qualità Architettonica ed il Paesaggio; a seguito di un dibattito in cui si è rimarcata la necessità di totale trasparenza dell´operato di tale organo, la votazione ha visto l´approvazione del punto, con astensione nostra.

Si è parlato poi dell´ampliamento stazione ecologica attrezzata del Comune di Bomporto sita in Via Carlo Testa, "3. Approvazione del progetto in variante al vigente PRG". Tale stuttura negli ultimi anni ha riscosso dscreto successo presso la cittadinanza, che, oltre a conferire il rifiuto differenziato (a livello Comunale siamo poco superiore al 50% di raccolta differenziata), si vede riconoscere uno
sconto utilizzando la tessera HERA apposita. Nell´ultimo periodo il conferimento è diventato difficoltoso, e il tutto è molto sacrificato all´interno di un´area che non risponde più alle accresciute esigenze. Il Comune ha quindi deciso di destinare l´area retrostante alla struttura, ora adibita a vivaio, all´ampliamento della stazione ecologica. A vivaio verrà destinata una fascia di rispetto nella stessa zona industriale, e l´ampliamento sarà per intero finanziato da Hera, che in parte verrà risarcita dalla Regione. Abbiamo votato a favore, sperando che questo aiuti a raggiungere livelli molto più alti di quelli attuali di raccolta differenziata in attesa dell'istituzione della raccolta differenziata porta a porta. A tal proposito il sindaco ha detto che stanno valutando un accordo per iniziarla in via sperimentale in località Solara...speriamo sia la volta buona.

Successivamente, il "Piano di Sviluppo Aziendale - Azienda Agricola Garuti Marco - Approvazione": in Consiglio è stato mostrato il progetto per la costruzione della prima abitazione del signor Garuti, all´interno di un lotto agricolo di sua proprietà, che egli provvede a
coltivare, rivendendo i prodotti anche in modo diretto al pubblico. Il Piano di Sviluppo è stato approvato con anche il nostro voto favorevole, in quanto riteniamo più che opportuno sostenere un professionista del settore che intenda continuare la propria attività agricola, tanto più che egli fa parte di un circuito di vendita di prodotti del territorio sul territorio che noi, come Lista Civica,
sosteniamo e vorremmo incentivare il più possibile - Concetto di filiera corta.

 Il punto successivo tratta della "Revoca della convenzione per il trasferimento all´Unione Comuni del Sorbara della gestione del servizio di assistenza domiciliare e della programmazione ed attuazione del progetto distrettuale di Assistenza Domiciliare Integrata" . In pratica, il Comune revoca la convenzione per i servizi sociali con l´Unione per darla in gestione all´ASP di Castelfranco Emilia, che si preoccuperà di appaltare all´esterno la gestione di tali servizi. Come costo, tale seervizio si manterrà pressoché invariato a detta della maggioranza. Il nostro voto è stato di astensione.

Stesso voto per il punto successivo, "Approvazione dei regolamenti per la gestione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica"; si discute della gestione e della conduzione degli alloggi già assegnati.

A questo punto si passati a discutere di due proposte di Odg presentate dal Gruppo Consiliare "Il Popolo della libertà - Lega Nord Padania". La prima aveva ad oggetto: "richiesta di emanazione da parte del Sindaco di un´ordinanza sulla pubblica sicurezza". In breve, veniva richiesto il recepimento del Decreto Maroni, secondo cui è possibile l´istituzione di associazioni volontarie di persone, riconosciute e registrate in Questura, con il compito di vigilare sul territorio e segnalare eventuali atti criminali alle forze dell´ordine. Il nostro voto è stato contrario, e vorrei spiegare qui in dettaglio le mie ragioni. Tali associazioni di cittadini non sono in alcun modo autorizzate ad intervenire nel momento in cui si accorgono che sul territorio sta avvenendo un atto criminale. Faccio un esempio. Stanno entrando i ladri in un appartamento, una di queste associazioni volontarie transita in quel momento in quella via, e li vede scavalcare il balcone. L´unico atto che essa può fare e di chiamare Polizia o Carabinieri, ed attendere il loro arrivo. Come anche il Sindaco ha rimarcato, e qui mi trova d´accordo, questa funzione può essere svolta anche dal dirimpettaio o dal vicino di casa. Tutti possiamo aiutarci in questo, "controllando" il territorio in ogni momento, soffermandoci un attimo ad osservare azioni sospette, senza ovviamente mettere a repentaglio la nostra incolumità, e richiedere in caso di bisogno l´intervento delle Forze dell´Ordine.... Che - potrà
capitare - arriveranno in ritardo, e non potranno più fare niente. Ma questo accadrebbe anche se fosse una di queste associazioni ad effettuare la segnalazione. La carenza di fondi stanziati a livello nazionale non può essere compensata da queste iniziative, lodevoli per gli intenti dei volontari che vi parteciperebbero, ma inutili se non supportate da un ottimo servizio di Polizia o di Carabinieri.  
Voto: contario
In secondo luogo, i  "controlli periodici effettivi sulla residenza degli immigrati stranieri". Qui viene richiesto di controllare periodicamente che il Cittadino Straniero residente all´interno del territorio Comunale risieda effettivamente dove ha dichiarato, al fine di non erogare contributi a persone che hanno risieduto per brevi periodi per poi abbandonare il Comune o addirittura lo Stato, continuando
però a recepire illecitamente contributi.

 Infine la nostra proposta: sindaco e giunta ammettono il lodevole principio che vi sta alla base e si sono mostrati interessati a valutare la proposta  che però tecnicamente giudicata troppo generica e il suggerimento è stata quella di ritirarla per poi riformularla in un modo piu definito e con un piu preciso scopo per poi essere ripresentata al consiglio dell'Unione, di competenza per la questione aiuti sociali.

Il capogruppo SG

CONSIGLIO COMUNALE BOMPORTO - 2.10.2009 (dettagli presenti nell'albo pretorio)

ODG discusso

1.      Convenzione per  il trasferimento all’Unione Comuni del Sorbara del servizio personale. Provvedimenti.

2.      Convenzione per  il trasferimento all’Unione Comuni del Sorbara del servizio appalti per l’aggiudicazione di lavori e opere pubbliche. Provvedimenti.

3.      Convenzione per  il trasferimento all’Unione Comuni del Sorbara del servizio appalti per le forniture di beni e servizi. Provvedimenti.

4.      Convenzione per  il trasferimento all’Unione Comuni del Sorbara del servizio informatico. Provvedimenti.

5.      Fiera di San Martino 2009. Provvedimenti.

6. Adozione del programma relativo agli incarichi di studio, ricerca e consulenza da conferirsi nell’anno 2008 a soggetti estranei all’Ente, in applicazione dell’art. 3, commi dal 54 al 57 della Legge 244 / 2007, Finanziaria 2008.

7.      Proposta di Ordine del giorno presentato dal Gruppo Consiliare “Lista Civica Bomporto 5 stelle " in data 19.9.2009 prot. 12002.

8. Convenzione tra i Comuni di Bomporto, Ravarino e Finale Emilia per la costituzione di un ufficio unico di segreteria. Provvedimenti

9   Convenzione tra il Comune di Bomporto e Comune di San Prospero per la realizzazione di opere di consolidamento del ponte di collegamento tra Via Staggia in Comune di Bomporto e Via Gallerana in Comune di San Prospero. Provvedimenti.

Iniziamo con la proposta di O.D.G. che abbiamo presentato (punto 7) in questo consiglio riguarda la possibilità di installare una web cam e microfoni nella Sala del Consiglio per riprendere la seduta e diffonderla pubblicamente su internet attraverso le tecnologie a basso costo del web (sia in diretta che eventualmente in differita) in modo da essere fruibile da tutti i cittadini interessati.
Durante la discussione la maggioranza si è espressa dicendo che la cosa è poco praticabile e fruibile se non già presenti servizi di accesso ad interntet a banda larga come l'ADSL su buona parte del territorio comunale. e' stato fatto presente che ciò non era un buon motivo per non appoggiare e iniziare a pensare di dotarsi di strumenti del genere, come segnale di trasperenza e aperture delle istituzioni verso la collettività.
Ricordiamo a tutti anche che, seppur non proprio a basso costo o in banda larga (buona velocita di accesso), esistono già sistemi di accesso ad internet come la modalita dial-up analogico (su linea telefonica tradizionale e isdn), e la wireless dsl di Satcom, sempre disponibili per collegamenti estemporanei (non flat).
Il dibattito è proseguito con una richiesta da parte del capogruppo lega-pdl Pedrazzi affinche la giunta si impegni a fornire una proposta tecnico economica di soluzione concreta entro il primo Consiglio comunale del 2010. La maggioranza ha accolto positivamente la cosa e si è andati al voto:la proposta di ODG è stata votata a favore da tutti e dunque APPROVATA! La Giunta si è ripromessa di discutere le questioni tecniche ed economiche attraverso lo studio e presentazione di una proposta concreta, e noi ci auguriamo che anche Telecom nel frattempo abbia dato qualche sua notizia per quella data (parliamo sempre della questione attivazione servizi Adsl nelle frazioni del comune).

Nel Consiglio del 2 ottobre si notano anche numerose convenzioni da approvare (punti 1,2,3,4,8,9): l´Unione dei Comuni del Sorbara a 4 (Bomporto, Bastiglia, Ravarino e Nonantola) è una realtà. Esse trasferiscono definitivamente tali servizi all´Unione, costi che non graveranno più direttamente sul singolo Comune, ma che si trasferiranno sull´Ente; trasferendo in toto la loro gestione non vi sono rischi di "sdoppiatura" dei costi. Il nostro voto è stato di astensione. Non riteniamo che la presenza di questa istituzione sovra comunale sia dannosa, perché dà modo al nostro territorio di avere "maggiore peso" a livello provinciale e regionale quando è il momento di chiedere contributi o servizi, ma non ce la siamo sentita nemmeno di votare a favore. In primo luogo perché più enti vuol dire spesso più dirigenti, quindi più costi (ci auguriamo vivamente che questo non accada!) che gravano sul contribuente, in secondo luogo per la tendenza a demandare a una sola persona, o a poche persone, molte funzioni, cosa che riteniamo sbagliata primo perché porta ad accumulare stipendi di grande entità che potrebbero essere ripartiti tra varie persone (in epoca di crisi si da da mangiare a più famiglie! ...e siamo certi che le competenze, anche con la dovuta formazione, le potrebbero avere più persone, non solo una!), poi perché troppe mansioni, di grande rilievo, rischiano di portare a un sovraccarico che porta inevitabilmente a ritardi o carenze nella loro gestione. Come sempre, ci auguriamo che questo non accada, nel caso saremo i primi a chiedere spiegazioni e a insistere perché le cose cambino.

Stefania Garuti - Capogruppo Lista Bomporto 5 Stelle

Vento d´estate

Cosa ci ha portato. Abbiamo presentato due interrogazioni all´inizio del mese di agosto, una per tentare di colmare il divario tecnologico dovuto alla mancanza dell’ADSL che opprime il territorio comunale (in particolar modo la frazione di Sorbara), la seconda per sapere gli sviluppi e porre all’attenzione della cittadinanza la vendita del 25% delle quote Aimag possedute dai Comuni della provincia nord (Bomporto venderà quindi il 25% del suo 3.06 % di Aimag) a soggetti privati.

Venerdì 29 agosto ho incontrato il Sindaco, Alberto Borghi, che mi ha anticipato le risposte alle interrogazioni (pubblicate in altra sezione). Sulla prima intterrogazione, Telecom è stata sollecitata anche prima delle ferie, la risposta è stata molto vaga come sempre, è stato sottolineato che non c´è interesse da parte dell´azienda ad investire sul territorio, in particolare su un centro abitato di quasi 4000 residenti (?!?!? Poi non ci si deve stupire se perdono sempre piu utenze e aumentano sempre più il debito, se sono queste le risposte), e che sono già stati fatti ingenti investimenti sul territorio comunale di Bomporto, in precedenza. La risposta dell´amministrazione è stata corretta e tempestiva, ha cioè fornito i dati relativi alla cittadinanza di Sorbara, Solara e Villavara, sottolineando che oltre 6000 residenti, e i numerosi  esercizi commerciali non sono irrilevanti, come ritorno economico, e ha fornito i dati relativi alle infrastrutture fisiche (cunicoli Telecom, cavidoti e tubazioni di passaggio comunali esistenti, potenziali nuovi locali dove trasferire la centrale telecom, ecc) al fine di facilitare la messa in opera dell’adeguamento tecnologico con spazio per i nuovi apparati in centrale, per erogare il servizio di connettività a basso costo (ADSL). Ma a quanto pare Telecom non mostra alcun tipo di segnale per investire. Molto probabilmente il passo successivo sarà quello della raccolta firme.

In merito alla seconda interrogazione, è importante far notare che secondo il nostro punto di vista le conseguenze che tale vendita avrà sui servizi al Cittadino se tale municipalizzata diventasse a partecipazione privata, con il rischio di rispondere al criterio di massimo profitto invece che di miglior servizio al cittadino, è che i servizi di prima necessita erogati verranno a costare sempre piu a fronte della diminuzione della qualità degli stessi. In particolare per la questione del bene Acqua, come scriviamo nell’articolo del giornale comunale che uscirà nei prossimi giorni, è forte il rischio che in futuro non rimanga piu sotto controllo interamente pubblico. Dal sindaco ci è stato detto che verrà fornita risposta scritta una volta accumulate tutte le informazioni necessarie dagli enti.

Ho chiesto al Sindaco anche in merito ad altre due questioni, non ancora formalizzate sotto forma di interrogazioni o interpellanze:

Innanzitutto sulla questione dell´abbattimento alberi in via dei Pioppi Cipressini di Sorbara, segnalatami da un paio di residenti della zona. Di fronte alle fotografie che mi sono state fornite, il Sindaco mi ha spiegato che i numerosi abbattimenti sono dovuti in primo luogo a malattie delle piante, in secondo luogo a problemi che le radici dei suddetti danno alle abitazioni vicine. Sulla prima motivazione nutriamo qualche dubbio, ma nel frattempo continueremo a monitorare la situazione e chiamare direttamente Legambiente nel caso episodi del genere si riverificassero. Ci è stato anche rferito che l´amministrazione provvederà in autunno, quando il clima sarà più adeguato, a piantumare nuovamente la zona.

Prima delle ferie mi ero recata presso il Comune di Nonantola per avere copia del loro Regolamento del Verde. Dopo averlo letto e valutato l´ho sottoposto al Sindaco Borghi, al fine di adottare analogo regolamento, per prevenire abbattimenti ingiustificati; il Comune di Bomporto però ha già un suo regolamento, approvato nel 1992, esistente solo in forma cartacea, che mi verrà fornito appena possibile e che provvederò a "girare" a chiunque lo desideri.

Altro quesito posto alla giunta è relativa al Parco fluviale del Secchia, programmato dalla Regione Emilia Romagna per i prossimi tre anni, a cui il Comune di Bomporto non ha ancora aderito. Per questo vi darò notizie dopo la riunione che si terrà a fine Settembre, incontro che attende anche l´Amministrazione Comunale per decidere in merito all’ultima nostra proposta di ODG, di riprendere e diffondere via internet le sedute del consiglio comunale, presentata a metà settembre.

State sintonizzati per gli sviluppi

16.09.09 - Stefania Garuti - Consigliere Comunale Lista civica Bomporto 5 stelle

CONSIGLIO COMUNALE BOMPORTO - 23 LUGLIO 2009

Andiamo per punti in relazione all'ODG:

 1. Variazione al bilancio di previsione per l’esercizio 2009.              2.Sanzioni amministrative da applicarsi alle violazioni del Regolamento Edilizio Comunale – Provvedimenti

3. Autorizzazione alla Ditta Fruit Modena Group per intervento in deroga al vigente P.R.G.
4. Regolamento Comunale per l’applicazione del canone per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche COSAP. Provvedimenti.
5. Convenzione tra il Comune di Bomporto e i Comuni di Bastiglia, Ravarino, Nonantola, Castelfranco Emilia e S. Cesario S/P per un progetto intercomunale di qualificazione dei servizi per l’infanzia, periodo settembre 2009 – luglio 2014: approvazione.
6. Mozione presentata dal Gruppo Consiliare “Insieme per Bomporto” in data 30.6.2009 prot. 8784.
7. Deliberazione di Giunta Comunale n. 90 del 23.6.2009 avente ad oggetto “Estinzione anticipata mutuo contratto con la Cassa DD.PP. Spa tramite applicazione dell’avanzo di amministrazione. Variazione urgente di bilancio” – Ratifica.
8. Deliberazione di Giunta Comunale n. 93 del 7.7.2009 avente ad oggetto “Lavori di adeguamento per l’ottenimento del certificato prevenzione incendi e consolidamento di n. due impalcati della Scuola elementare “Sorelle Luppi”. Variazione urgente di bilancio” – Ratifica         
9. Delibera di Giunta Comunale avente oggetto
" l'individuazione delle aree in cui non è possibile applicare le recenti Norme Tecniche previste dalla Legge Regionale n.6/2009 "Piano Casa" approvazione

Il Consiglio Comunale si è svolto affrontando in primo luogo i punti legati alle variazioni di Bilancio, cioè affrontando subito i punti 1, 4, 7 e 8 per venire incontro alle esigenze del funzionario comunale presente ad esporre alcune questioni tecniche.

Brevemente, i nodi più salienti di questi punti di stampo strettamente economico sono:

La variazione di bilancio consiste in poco più di 29.000 euro, in varie voci tra cui le due degne di rilievo. La prima sono 15.000 euro destinati a “prestazione di servizi” per l’Ufficio Tecnico; tale spesa è stanziata per tare un rilievo di dettaglio della rete stradale della frazione di Villavara, al fine di acquisire le strade attualmente private, fare una mappatura dei problemi della frazione e risolverli in modo efficace. La seconda sono 6.000 euro destinati a saldare una bolletta Aimag (voce “Altri servizi generali”), per la fontanella di Sorbara di Via Verdeta, di fianco alla Chiesa. Questa è conseguenza o di un conguaglio, mai effettuato da Aimag negli anni passati, o di una rilevante perdita a valle del contatore.Ancora versioni ufficiali non ci sono state comunicate. Il nostro consigliere ha cmq deciso di votare contro a tale variazione, in quanto la voce di spesa relativa alle strade di Villavara, pur essendo condivisibile, appare un po’ eccessiva in questo momento di crisi: è vero che bisogna supportare le imprese e favorirle anche a livello di mobilità, ma non ci pare che nelle vie secondarie della frazione ci siano problemi così gravi da dover essere risolti in un momento in cui tante famiglie o persone in situazioni precarie dal punto di vista lavorativo necessitino di aiuto. Riteniamo che tali fondi potrebbero essere destinati ad azioni diverse, con l’intenzione di rimandare il censimento di Villavara a un futuro non lontano. Inoltre i 6.000 euro da destinare alla bolletta Aimag necessitano di particolare attenzione, poiché a quanto pare si è deciso di metterli già in carico nella variazione di bilancio senza prima perseguire alcuna verifica preliminare o facendola in modo insufficiente; in caso di conguaglio per mancate letture effettive, pare un po’ spropositato il pagamento in un’unica rata, mentre in caso di perdita sarebbe opportuno un’accurata ed immediata verifica tecnica. Da recenti aggiornamenti, nei giorni scorsi il Comune ha comunicato la difficoltà di svolgere verifiche sul contatore, sito in un luogo abbastanza impervio e di difficile lettura a causa delle incrostazioni che su di esso si sono formate nel tempo. Vorremmo ricordare ai tecnici del comune preposti, nel caso non lo sapessero, che per questi problemi, basta chiamare i tecnici AIMAG, che fino al contatore (compreso), è loro dovere e di competenza intervenire per la risoluzione delle anomalie o deterioramento dei contatori.

Speriamo non si tratti di quest’ultima ipotesi (perdita in falda), altrimenti ancora una volta (il precedente è costituito dall'impianto della piscina Darsena (piscina piccola), che perde una vasca d'acqua ogni 2 giorni, da quasi 2 anni),  dovremmo assistere ad un episodio di complicità e negligenza nella  scarsa attenzione che queste istituzioni rivolgono nel risparmio di risorse preziose come l’acqua o servizi di prima necessita in genere, per fortuna ancora in mani pubbliche. Vi terremo aggiornati su questa questione…

Abbiamo votato contro anche all’applicazione del Regolamento Comunale per l’occupazione dello spazio pubblico COSAP (punto 4). Tale regolamento, in pratica, prevede che i “banchetti” che partiti, movimenti politici (Liste Civiche) o associazioni politiche sono soliti allestire per avere contatto con i cittadini, siano possibili o al di fuori delle manifestazioni ricreative, religiose e di promozione, oppure durante i mercati settimanali o straordinari. Da parte nostra c’era piuttosto la volontà di dare la libertà all’organizzazione di votare contro la presenza dei partiti nelle manifestazioni, o di regolare tale presenza all’interno delle manifestazioni in termini di spazi, diffusione sonora, distribuzione di materiale o volantini. Questo perché riteniamo che, per coloro che non hanno accesso a internet (a tal proposito a breve porteremo in consiglio la proposta di istituire una web cam per diffondere in rete le sedute consiliari), è complicato riuscire a “vedere” cosa fanno i loro rappresentanti in Consiglio, proporre problematiche o domande, venire a conoscenza delle associazioni presenti sul territorio. E, in ogni caso, tali banchetti non sono mai stati invadenti, e la politica fa comunque parte della vita del comune, pertanto non ci pare opportuno “tenerla fuori” dalle occasioni di incontro. ….insomma…per chi la vive da fuori, è sicuramente difficile da comprendere un provvedimento del genere.

L’altro punto saliente del Consiglio Comunale è il punto 3, l’autorizzazione in deroga al P.R.G. per consentire alla ditta Fruit Modena Group di asfaltare un campo di considerevoli dimensioni, fin’ora ad uso agricolo, ma pur sempre di sua proprietà. Tale richiesta è giunta in Comune al fine di poter stoccare all’esterno alcuni cassoni, attualmente siti all’interno della struttura e a seguito di spazi venuti a mancare nello stabilimento di Campogalliano, dopo l’incendio che ha colpito tale sede. Come Gruppo Consiliare la nostra richiesta era di concedere la deroga a fronte di una “misura compensativa”; noi avevamo richiesto o l’utilizzo di pavimentazione drenante, oppire, considerando i tempi di crisi, che la Ditta concedesse parte della sua copertura per l’installazione di un campo fotovoltaico comunale. Abbiamo scelto e spinto questa soluzione come proposta perché a fronte del nullo impegno della Ditta in termini economici, il Comune ne avrebbe ricavato uno spazio già permeabile per poter in futuro effettuare un investimento, di sicuro ritorno economico (incentivi di valore doppio su base Kilowatt prodotto da immettere in rete, erogati dal G.S.E. per gli impianti a gestione pubblica, rispetto a quelli dei privati), e che puntasse sulle fonti rinnovabili secondo le direttive europee e il protocollo di kyoto. Niente da fare! L’obiezione principale che ci è stata mossa dalla giunta è che tale scambio avrebbe creato un servitù privata di difficile gestione, in particolare dal punto di vista burocratico. Questo aspetto, secondo noi, si sarebbe potuto risolvere a tempo debito, con l’impegno e la volontà comune di entrambe le parti, senza creare troppi problemi, in quanto un’installazione di tale tipo è vero che richiede la presenza di operai per il montaggio, ma la manutenzione è molto ridotta (si parla mediamente di un intervento ogni 5 anni secondo la mia esperienza di Ingegnere del settore) e gli spazi impiantistici necessari molto ridotti. In ogni caso, il nostro voto è stato contrario (gli unici a votare contro) a fronte della maggioranza di voti (compresa tutta l’opposizione) a favore della concessione della deroga. La maggioranza si è limitata ad imporre l’utilizzo di asfalto drenante…ma secondo voi esiste asfalto che dreni per fare fluire l’acqua piovana direttamente nel terreno sottostante (e non a fianco) rispettando i criteri richiesti per non definirla cementificazione selvaggia?? La risposta la sapete già! Dobbiamo comunque sottolineare la buona volontà della Ditta (e l’amministrazione?), che ha promesso di destinare una parte del campo, a verde, anche allo scopo di limitare l’impatto visivo dell’installazione! A voi le conclusioni.

Merita una spiegazione anche il punto 7), che potrebbe non risultare molto chiaro. L’estinzione anticipata del mutuo contratto con la cassa DD.PP. Spa è stata prevista dall’amministrazione al fine di poter sfruttare l’avanzo di bilancio dell’anno scorso. Tale somma, a causa del patto di stabilità previsto dal Governo Italiano, non può essere utilizzata dalle Amministrazioni Comunali in alcun modo se non per l’estinzione di mutui già contratti. Quindi si è deciso di estinguere il mutuo contratto per la costruzione del centro civico "Tornacanale" per poter utilizzare tali fondi. In questo caso la decisione ci sembrava giusta e la consigliere Garuti ha votato a favore, anche per dare un segnale di dissenso a questa stupido e limitante (per le comunità locali), provvedimento imposto dal governo centrale tempo fa. Stesso discorso vale per il punto 8) , 2), punti perfettamente condivisibili.

L’ultimo punto di cui discutere in questa sede è il numero 6), la mozione proposta dal Gruppo Consiliare “Insieme per Bomporto”, in particolare dal consigliere Vicenzi. Tale mozione suggeriva di modificare l’articolo 8, comma primo, dello Statuto Comunale, aggiungendo un che citava: “riconosce il ruolo primario della famiglia cristiana quale 'cellula fondamentale' della vita sociale". La maggioranza se ne è uscita con una controproposta dopo la prima discussione, che la modificava togliendo il sostantivo “cristiana” e aggiungeva successivamente la frase “ed opera al fine di sostenerla con politiche dedicate” La discussione ha avuto un acceso batti e ribatti tra il consigliere Vicenzi e la giunta, ma alla fine è stata messa ai voti quella originale presente nella mozione. La mozione non è passata ma si fa notare i 2 astenuti nelle file della maggioranza. Anche Il nostro voto è  stata l’astensione, non tanto allo scopo di non riconoscere l’importanza della famiglia, quanto piuttosto di non “discriminare” coloro che non sono famiglia in senso stretto, cioè coloro che per loro scelta hanno deciso di non unirsi in matrimonio, ma che comunque hanno figli, e che pertanto hanno pari diritti di accesso ai servizi comunali rispetto a coloro che sono “famiglia tradizionale” in senso stretto. Inoltre la famiglia tradizionale è tutelata dalla Costituzione, quindi non ci pareva necessario rimarcare tale condizione nello  Statuto, che comunque, sottosta alle Leggi Vigenti e alla Costituzione stessa. Sicuramente si poteva trovare un punto d’incontro tra maggioranza e opposizione(a parte noi) su una questione ampiamente condivisibile e bipartisan, ma ancora una volta, sottolinea Vicenzi anche in qualche articolo uscito sui giornali locali, la maggioranza ha fatto in modo che la proposta non passasse anche in questo caso. Insomma, a parere nostro, la sensazione è che si siano persi in un bicchiere d’acqua!

Entro la fine del mese pubblicheremo aggiornamenti rispetto alle Interrogazioni presentate e alle nuove proposte che intendiamo presentare entro breve alla Giunta Comunale e al Sindaco: STAY TUNED!

Stefania Garuti

PRIMO CONSIGLIO COMUNALE del 24 GIUGNO 2009

Mercoledi’ 24 giugno scorso si riunito per la prima volta il neoletto consiglio comunale per la prima seduta di insediamento.
E dunque è stata la prima anche per la nostra eletta al consiglio, stefania Garuti, visibilmente emozionata e un po' come un pesce fuor d'acqua; Stefania si siede e spesso scruta il resto del grupo che assiste compiaciuto tra il pubblico: si è tutto vero, è iniziata la nostra avventura!!
Da notare che risulta subito relegata nell'ultimo posto - lato dedicato alle minoranze, praticamente fuori dal tavolo di appoggio... pazienza: d'altronde c'è anche un proverbio che lo dice, chi ultimo arriva, male alloggia e poi per la verita anche un consigliere della maggioranza dell'altro lato era nella stessa situazione, e guarda a caso pure lui di sorbara alla prima esperienza...sono proprio considerati le ultime ruote del carro sti sorbaresi, sigh!;-)

La seduta inizia, noi iniziamo a riprendere con mezzi di fortuna e a parte i soliti convenevoli, con
giuramento da parte del sindaco;
elezioni di rappresentanti nelle varie commissioni per i cui dettagli vi rimando al sito del comune di Bomporto;
discorsi di presentazione dei capigruppo e interventi vari di assessori e consiglieri;
si arriva all'ultimo punto dell ODG, quella dell'elezione dei rappresentanti (maggioranza e minoranze) del consiglio dell'Unione dei comuni (quest'anno allargata a Nonantola).
E' qui vogliamo segnalarvi un inusuale modus operandi (o meglio votandi) che ha portato ad un risultato soprendente se non clamoroso per quanto riguarda gli eletti della parte di minoranza:
in pratica 2 membri della maggioranza hanno dato una preferenza al capogruppo Vicenzi (Lista civica I.P.B. ultima classificata alle scorse elezioni) determinandone in pratica l'elezione al consiglio dell'unione, interferendo forse sui verdetti scaturiti dalle urne il 6-7 giugno, mah!Buon per lui e per la sua lista che ottengono subito un successo.

Come reazione, il gruppo lista civica 5 stelle ha deciso di non prendere alcun tipo di posizione o in alcun modo polemizzaare per questa situazione, anche perche alla prima esperienza politica comunale, non siamo abituati a questi strani giochi (se possiamo definirli cosi) di potere, tipiche di organizzazioni partitiche al quale noi non vogliamo nemmeno pensare di somigliare per la nostra natura di lista civica apartitica, appunto.
Però indubbiamente, come ribadito dalla minoranza lega-pdl in un articolo uscito sul giornale L'INFORMAZIONE (diversamente,proprio loro avrebbero avuto buone chance di piazzare anche il secondo consigliere all'unione, per essere precisi), fa specie come la maggioranza si sia comportata in questa occasione. Avranno le loro buone motivazioni (non vogliamo essere poi cosi maliziosi)...ragioni che però non hanno reso noto ufficialmente e non renderanno mai note, in barba ad ogni forma di trasparenza verso i cittadini nonchè loro amministrati e datori di lavoro!
Una cosa di poco conto potrebbe dire qualcuno...non lo so...Lasciamo a voi il giudizio.
Noi passiamo oltre e pensiamo al prossimo consiglio!

Un Saluto dal direttivo Lista Civica

PS: presto usciremo anche con un foglio informativo di cadenza mensile che, se riusciremo, distribuiremo anche in forma cartacea

Pagina 9 di 9

Please publish modules in offcanvas position.